Differenziazione etnica e stratificazione sociale nella società altoatesina.
Uno studio empirico

Ethnische Differenzierung und soziale Schichtung in der Südtiroler Gesellschaft.
Eine empirische Studie

Ente promotore:
Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige
Ripartizione innovazione, Ricerca e Università

Periodo: 11/2013 – 11/2016

Autonome Provinz Bozen-Südtirol
Incentivazione di progetti nel campo della ricerca scientifica, 2. concorso, in base alle L.P. nr. 14/2006

Responsabile progetto: Associazione Michael-Gaismair Bolzano

Partner di progetto e team:

Il Team del progetto si compone grazie ad una cooperazione tra l'Associazione Michael-Gaismair, gli Istituti di Scienza Politica e Sociologia dell'Università Leopold-Franz di Innsbruck ed il Centro di ricerca sociale apollis di Bolzano che è responsabile del coordinamento del progetto.
 
Universität Innsbruck
Michael-Gaismair-Gesellschaft Bozen
Il team (da sinistra): Prof. Max Haller, Eike Pokriefke, Prof. Antonio Scaglia, Dott. Hermann Atz, Dott.ssa Erika Pircher, Prof. Günther Pallaver, Dott. Thomas Benedikter, Prof. Max Preglau
Il team (da sinistra): Prof. Max Haller, Eike Pokriefke, Prof. Antonio Scaglia, Dott. Hermann Atz, Dott.ssa Erika Pircher, Prof. Günther Pallaver, Dott. Thomas Benedikter, Prof. Max Preglau
 
La direzione scientifica è affidata al gruppo di ricerca composto dalle seguenti persone:
il Prof. Max Haller che insegna e svolge attività di ricerca all'Università Karl Franzen di Graz, il Prof. Günther Pallaver dell'Istituto di Scienza politica dell'Università Leopold-Franz di Innsbruck, il Prof. Max Preglau dell'Istituto di Sociologia dell'Università Leopold-Franz di Innsbruck e il Prof. Antonio Scaglia dell'Istituto di Sociologia dell'Università di Trento.
Sono coinvolti anche la Dott.ssa Erika Pircher di conSalis di Salisburgo, il Dott. Thomas Benedikter di Politis di Bolzano, il Dott. Hermann Atz di apollis di Bolzano e Eike Pokriefke MA come un dipendente dell'Associazione Michael-Gaismair di Bolzano.

Obiettivo e metodo:

L'Alto Adige sotto molti punti di vista è diverso da altre regioni (confinanti) e possiede peculiarità che lo rendono unico in Europa. La caratteristica principale della società altoatesina è la coesistenza di tre gruppi etnici autoctoni ai quali si aggiunge, negli ultimi due decenni, una quota considerevole di nuovi migrati venuti da ogni parte del mondo. L'obiettivo di questo progetto è giungere, attraverso un'analisi sociologica, ad una rappresentazione della società altoatesina nelle sue caratteristiche strutturali, con particolare attenzione alla sua composizione multietnica e multiculturale. Ciò dovrebbe fornire degli stimoli per una (auto) riflessione sui punti di forza e di debolezza di questa struttura sociale e consentire una migliore valutazione delle opportunità e dei rischi di sviluppo futuro. Un'analisi ed una rappresentazione di questo tipo potrà certamente servire da base per la realizzazione di studi scientifici sociali o economici orientati al problema e in tal senso anche per lo sviluppo di misure costruttive.
Sulla base di una vasta letteratura e studi su dati secondari, il progetto utilizza una metodologia quantitativa, il cui nucleo centrale sarà occupato da un sondaggio telefonico rappresentativo tra la popolazione (1600 persone appartenenti a circa 1.000 famiglie).

Informazioni:

1.1 Mb

 
1.1 Mb

 

Abstract:

Project title:

Ethnic Differentiation and Social Stratification in the South Tyrolean Society.
An Empirical Survey

Funding:

Autonomous Province of Bolzano – South Tyrol

Duration:

11/2013 – 11/2016

Project consortium:

Institutions:
  • Michael-Gaismair-Society Bolzano
  • apollis – Institute of Social Research and Opinion Polling
  • University of Innsbruck, Department of Political Science
  • University of Innsbruck, Department of Sociology
As persons:
  • Prof. Max Haller (University of Graz)
  • Prof. Antonio Scaglia (University of Trento)
  • Dr.in Erika Pircher (Consalis Salzburg)
  • Dr. Thomas Benedikter (Coop. Politis Bolzano)

Project description:

The South Tyrolean society is constituted by three ethno-linguistic groups. The German speaking population being a majority in South Tyrol but a minority in the Italian state, Italian and Ladin speaking populations being minorities in South Tyrol. In recent decades South Tyrol is seeing a growing migrant population, currently contributing nine percent to the total population. The aim of the project is to investigate social inequalities arising from ethnic differentiation and social stratification within this unique situation of new and old minorities. The project combines classical approaches to social structure, based on social characteristics like age, sex, religion, ethnicity, education and income (Blau 1987, Haller 2008) with a recent lifestyle approach by Gunnar Otte (2008, a concept based on studies by Bourdieu, Hradil, Schulze and Vester).
The methodical approach is mainly quantitative, the most important instrument being a standardized questionnaire conducted in a telephone survey (CATI). A sample of 1.600 respondents, respectively around 1.000 households, is ensuring a representative data base.
Apollis is contributing partner to the overall research design, to the literature review and the analysis of secondary data. Furthermore apollis is responsible for the conduction of the telephone based survey, the following data processing and statistical analysis of the retrieved data.