Qui troverete una selezione di progetti conclusi con una breve descrizione. Per alcuni di questi vi è anche un rapporto di ricerca che può essere scaricato. Fare clic sull’ambito di ricerca interessato e cliccare sul progetto. Nell’area “Download” si trova una rapida panoramica dei risultati di ricerca scaricabili liberamente e sotto il punto "Attualità" troverete una lista di progetti in corso.



L’anno scorso ci siamo occupati di un gran numero di domande di ricerca: si è trattato di argomenti interessanti che abbiamo approfondito assieme ai nostri clienti.

Un Comune può progettare i servizi in modo tale che abbiano un effetto positivo sui tempi dei cittadini e delle cittadine? A tal fine, il Comune di Bolzano ha istituito un servizio che analizza proprio “i tempi della città” col fine di apportarne dei miglioramenti. Nel 2018, Apollis ha realizzato una ricerca assieme all’Ufficio Tempi della Città tra gli studenti e le studentesse delle scuole superiori e professionali. Come si sviluppa l’organizzazione temporale di questo gruppo target ed in che modo si possono ottimizzare i servizi del trasporto pubblico, mense, scuole e del tempo libero per adattarsi meglio alle esigenze di questo gruppo?

La presenza femminile nelle giunte e nei consigli comunali è ancora ampiamente sottorappresentata: per quale motivo? L’Istituto di ricerca sociale Apollis, in collaborazione con l’EURAC ha approfondito la situazione delle donne nella politica comunale altoatesina.

I sistemi di illuminazione intelligenti possono migliorare la qualità della vita dei/lle pazienti affetti da demenza e dei loro familiari o degli operatori sanitari coinvolti? Un consorzio internazionale in collaborazione con Apollis ha sviluppato un sistema con l’obiettivo di motivare le persone affette da demenza a svolgere attività come mangiare, dormire o camminare.

Per dieci anni il Ministero per la ricerca austriaco (Wissenschaftsministerium) ha finanziato un corso biennale di qualificazione “sul lavoro”. Una valutazione completa del corso ha esaminato questo investimento.

Durante l’elaborazione delle indicazioni quadro contro l’abbandono scolastico è emersa la domanda su quali offerte ci sono per il gruppo target dei giovani che abbandono la scuola in Alto Adige. Una “mappatura delle risorse” a livello provinciale fornisce le risposte.

Dopo l’introduzione delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini e la prevista esclusione dei bambini non vaccinati dagli asili nido e dalle scuole dell’infanzia pubblici, ci si chiede se questa sia la strategia giusta per elevare la copertura vaccinale. Un’indagine tra i genitori ha approfondito questa tematica.

Nei pressi del lago di Carezza verrà creata una nuova attrazione turistica: quanto è grande il potenziale?

Lo Speck è probabilmente il prodotto altoatesino più conosciuto e per questo viene pubblicizzato con il marchio di indicazione geografica protetta (IGP). Lo Speck del Tirolo del Nord verrà commercializzato sul mercato italiano come Speck Tirolese IGP. Ci sarà il rischio di confusione con lo speck altoatesino, per il quale si applicano criteri di produzioni diversi e più severi?

Vi abbiamo incuriosito? Selezionate le aree a sinistra e sfogliate le brevi descrizioni!